06 aprile 2021.
TIM CONVOCA IN VIDEOCONFERENZA IL COORDINAMENTO NAZIONALE RSU E LE O.S.

con ordine del giorno:
-
illustrazione del piano industriale 2021-2023 e relative ricadute organizzative


22:00
Mentre pubblicavamo questa nota, l'azienda ha rivelato che pensa di richiedere un nuovo contratto di espansione - addirittura con 20 gg. di solidarietà nel 2021 e 22 gg. nel 2022 !!! - Una richiesta che arriva dopo aver esaltato quanto bene hanno fatto i lavoratori durante tutto questo periodo!
PER SNATER LA PROPOSTA AZIENDALE SULLA SOLIDARIETÀ È IRRICEVIBILE! Precisazione: per la Rete Operation, la richiesta, come numero di giornate di espansione, sarà proporzionata come nel recente passato. RICORDIAMO CHE PER ACCEDERE AL CONTRATTO DI ESPANSIONE O C C O R R E LA FIRMA DELL'ACCORDO DA PARTE DEL COORDINAMENTO RSU.
(Snater)


21:30
L'incontro è terminato adesso.
Dopo il discorso del AD Dott. Gubitosi, la presentazione del Piano Industriale 2021-2023 e la successiva lunga discussione, nelle battute finali dell'incontro, pur senza entrare nei particolari, Tim ha espresso in modo chiaro le proprie intenzioni circa il futuro dei prossimi mesi e gli strumenti individuati per affrontare il periodo: ulteriore FNC e nuovo CdE.
A questo punto si aprirà senz'altro una trattativa della quale seguiremo assieme particolari e risvolti.
(Fistel-Cisl)

21:00
Intervento Snater su presentazione del Piano Industriale:
- Qualcuno ha citato la "tragica" privatizzazione; va detto che molti di quelli che oggi definiscono "tragica" la privatizzazione, all'epoca plaudirono la scelta di privatizzare!!!
Snater è stato ed è sempre convinto che le telecomunicazioni DEBBANO ritornare a partecipazione e controllo pubblico!!*
Ci sono stati interventi che con grandissima enfasi ci descrivono un'azienda leader, innovativa, efficiente, efficace...che però molti di noi dipendenti non riusciamo a vedere...
L'AD, anche lui con molta enfasi ha detto che di professionalità ce n'è molta in TIM…
In uno dei corsi FNC abbiamo appreso che siamo i primi tra le TELCO per Inclusione…. oggi all'incontro con HSE ci hanno detto che forse saremo i primi anche nel prendere la prestigiosa certificazione ISO 45001… sta di fatto che preferivamo e stavamo molto meglio quando eravamo primi in Europa sulle TLC nel nostro mestiere!!
Avete parlato di un azienda che ha reagito alla pandemia in maniera concretamente entusiasmante e sopra le aspettative, con incrementi di produttività, di vendita, di utili, di riduzione del debito, di riduzione dei costi…. *ma continuiamo a non sentir parlare di riconoscimenti economici a tutti i colleghi TIM che durante l'emergenza COVID hanno fatto il massimo per arrivare a questi risultati pur nell'isolamento sociale e professionale* …..riconoscimento che tantissime aziende italiane invece hanno dato…. ma non TIM purtroppo… e *noi di SNATER lo chiediamo da un anno e lo ribadiamo anche oggi.*
*Va dato un riconoscimento economico a tutti i colleghi per la gestione dell'emergenza Covid*... a cominciare dai tecnici che hanno lavorato e lavorano in condizioni disagiate ( basti pensare agli interventi nelle abitazioni o al pasto..)
Oggi e' stato dapprima detto che non ci sono e non ci saranno esuberi all'orizzonte!!
Ho sentito parlare di Stabilità e mi chiedo se le smonetizzazioni obbligatorie delle festività recentemente siglate per l'azienda facciano parte del piano di questa stabilità:
SI obbliga a smonetizzare festività in TIM, contrariamente a quanto fatto in Sparkle, a lavoratori già in difficoltà per redditi bassi, e si giustifica come una necessaria riduzione del costo del lavoro.
Ancora riduzione del costo del lavoro!!!
Ma ci chiediamo, ma di quanto volete ridurlo ancora questo costo del lavoro che al netto delle tasse è già uno dei più bassi delle telco europee ma ha il tasso di rendimento maggiore tra costo e rendimento del lavoratore?
*Quando cominciamo a redistribuire ricchezza a chi questa ricchezza la produce mettendoci non solo impegno e professionalità, ma anche la propria casa, luce, acqua, gas e pulizie?*
Sulla Formazione FNC, diciamo che è stato un ammortizzatore sociale ma diciamo anche che non è stata formazione ma più che altro sovraccarico cognitivo, una fonte di stress, e Vi invito a fare una sondaggio anonimo sui corsi FNC.
(Snater)


19:45
Terminata la parte di chiarimenti sull'illustrazione del nuovo Piano Industriale Tim 2021-2023.
Prende ora la parola il Dott. Sale, responsabile nazionale RU: la formazione è il tema maggiormente ripetuto negli interventi di oggi.
In Tim abbiamo la necessità di utilizzare ancora la carta formazione per sviluppare le competenze delle persone per continuare anche in futuro ad evitare di avere esuberi.
Formazione legata al fondo nuove competenze, che continueremo ad utilizzare, ma anche legata al contratto di espansione così come avvenuto nell'ultimo anno e mezzo.
Vogliamo continuare ad utilizzare questi strumenti visto che ne abbiamo necessità per quanto appena spiegato e per un periodo difficile da gestire che ancora non è terminato.
Dobbiamo valorizzare tutti i settori aziendali attraverso la formazione, migliorando la competenza delle persone, i servizi e la qualità, per puntare al miglioramento complessivo che abbiamo come obiettivo.
Sul Fondo Nuove Competenze attuale, data anche la difficoltà iniziale, abbiamo chiesto una proroga sino al 7 maggio prossimo.
Poi, vorremmo arrivare ad un nuovo accordo di FNC per ulteriori 2 milioni di ore di formazione circa.
Così come, nel prossimo periodo, vorremmo ragionare su un nuovo Contratto di Espansione per la seconda parte del 2021 ed il 2022; stiamo valutando come azienda un CdE progettato su circa 20gg nel 2021 e qualcosa in più, 22/24gg nel 2022.
La nostra intenzione, come detto precedentemente, è di continuare ad utilizzare questi importanti strumenti, questi ammortizzatori sociali, per lo sviluppo positivo e futuro dell'azienda.
(Fistel-Cisl)


19:00
Dopo la fine della parte illustrativa di Tim, terminata con il tema conti e bilancio, la delegazione sindacale sta ora ponendo domande tecniche, richieste di chiarimenti ed osservazioni rispetto a quanto esposto dai responsabili aziendali.
(Fistel-Cisl)


18:15
In corso illustrazione aziendale su nuovo piano industriale Tim 2021-2023… si continua con focus su strategia Customer Operation, fisso e mobile e su sviluppo digitale, piano cablatura fibra etc.. (Fistel-Cisl)


17:30
Dopo interventi dei Segretari Nazionali, replica l'AD di Tim Dott. Gubitosi:
Grazie a tutti per gli spunti preziosi che ci avete fornito con le vostre osservazioni e che approfondiremo senz'altro. Negli ultimi 2 anni e mezzo abbiamo lavorato bene con voi nell'ambito delle relazioni sindacali e su questa strada vogliamo proseguire per rendere Tim sempre più centrale, leader. Per dirla calcisticamente, data la recente acquisizione del calcio, dobbiamo giocare all'attacco per migliorare ancora, sia in Italia che in Brasile.
Sul tema VACCINAZIONI: Siamo pronti a mettere a disposizione le nostre sedi per la campagna vaccinale ed anche a pagare per vaccinare i nostri dipendenti e le loro famiglie. Quando il governo vorrà noi siamo pronti.
Ringrazio tutti nuovamente lasciandovi al prosieguo di riunione con l'illustrazione del nuovo Piano Industriale da parte dei nostri colleghi.
In corso illustrazione aziendale su nuovo piano industriale Tim 2021-2023. Si parte con focus su strategia commerciale Consumer e poi su Tim Vision e aggregazione di contenuti.
(Fistel-Cisl)


16:50
Dopo un breve intervento dell' AD di TIM, confermato dal recente consiglio di amministrazione del 31 marzo 2021, hanno preso la parola i Segretari Generali Nazionali SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL.
Per la FISTEL-CISL, il Segretario Generale Nazionale, VITO VITALE ha espresso le seguenti considerazioni per il FUTURO di TIM:
1) sarà importante riuscire a chiudere l' accordo sui diritti del calcio per rilanciare il CUSTOMER CARE nel suo complesso, messo molto spesso in discussione negli ultimi anni;
2) importante sarà la costituzione di una RETE UNICA che ha mosso i primi passi con la creazione di fiber cop; il Governo dovrà fare la sua parte;
3) rinnovare l' ART 4 FORNERO per i prossimi 3 anni utile al rinnovamento aziendale;
4) riuscire a fare un cambio di marcia sulle NUOVE STURT UP FUTURE future con il traghettamento dei lavoratori attraverso la volontarietà per evitare continui conflitti anche legali;
5) aprire alle VACCINAZIONI visto il periodo particolarmente complesso per il Covid 19;
6) riprendere il controllo dell' INFORMATICA riportandola all' interno del gruppo tim
La Responsabilità Sindacale che ci ha contraddistinto in questi ultimi anni ha consentito importanti passi in avanti anche grazie all' unitarietà di intenti ed al dialogo, sarà importante mantenere questa impostazione pur sapendo le difficoltà del settore TLC.
(Fistel-Cisl)