26 maggio 2020
TIM CONVOCA IN VIDEOCONFERENZA IL COORDINAMENTO NAZIONALE RSU E LE O.S.

Ordine del giorno:
- On Line Assurance Operations


21:15
Concluso da poco il 4° incontro di Coordinamento nel mese di maggio, con all'ordine del giorno "On Line Assurance Operations"

*ASA premessa*

L'azienda ha rappresentato, in prima battuta, quelle che sono state le immediate conseguenze derivanti dall'emergenza sanitaria legata al Covid-9.
Rispetto a questo, si è avuto un sensibile incremento, come immaginabile, delle attività sul mondo Home, mentre si è contestualmente avuta una forte riduzione in ambito Office e Custom, proprio in considerazione della chiusura di molte imprese.

*MAGGIORAZIONE FESTIVI/ LEGGE 104*

Come UILCOM UIL abbiamo, in premessa, ricordato all'azienda che attendevamo ancora la risoluzione della questione relativa alle maggiorazioni per le giornate lavorative festive, e che non risultava al momento possibile su ESS poter inserire le giornate aggiuntive di permesso 104 previste dall'ultimo DPCM, per i mesi di maggio e giugno, così come ricorrere ai congedi parentali nella forma prevista dallo stesso decreto.
Nel corso dei lavori, abbiamo registrato che, a seguito delle nostre richieste, l'azienda ha risposto positivamente, confermando di voler provvedere con la prossima busta paga, ad erogare le corrette maggiorazioni previste per il giorno lavorativo festivo, che non erano state modificate con l'accordo di secondo livello precedentemente sottoscritto (si è trattato di mero errore di imputazione tecnica dell'azienda nell'utilizzo dei codici che compongono la busta paga).
Anche per i permessi aggiuntivi Legge 104, ben venga l'aver finalmente previsto l'implementazione a partire dal giorno 27 c.m. dei rispettivi codici di imputazione "CH-DH" a sistema.

*FASE 2*

L'accordo sul protocollo sottoscritto il 20 Aprile, da Uilcom Uil e le altre organizzazioni Confederali assieme all'azienda, è stato temporaneamente congelato.
Tim ha evidenziato la confusione sulle condizioni attualmente applicate in ambito regionale, rispetto alle indicazioni nazionali.
Si attende quindi maggiore chiarezza espressa dal Sistema, ma non sono previsti avanzamenti unilaterali.
Nei prossimi giorni, con il chiarirsi della situazione, l'azienda ha evidenziato la volontà di convocare le parti sociali per condividere, insieme, le prossime azioni, nell'interesse e tutela di tutti.

*ASA Accordo:*

Per quanto invece attiene la questione all'ordine del giorno, abbiamo nuovamente ribadito, come già fatto negli incontri di coordinamento del 12 Dicembre 2019 e del 10 Febbraio scorso, che è giunto il momento di incidere positivamente sulle turnistiche, per migliorare le condizioni delle Lavoratrici e dei Lavoratori che nel settore operano.
Registrammo, già a Febbraio, alcuni importanti avanzamenti che ritenemmo però insufficienti, per poterli cristallizzare con la sottoscrizione di un accordo.
Tali aperture riguardavano la riduzione nel mondo HOME del 50% del turno 6 (quello delle 22.00) a vantaggio del turno 5 (delle 20.00) utilizzando il 50% in meno di risorse rispetto all'attuale presenza, il superamento del turno delle 22.00 nei week end, il sabato a vantaggio del turno delle 20.00 e la domenica a vantaggio del turno 2 (16.38).
Considerando la fase di transizione che stiamo attraversando, abbiamo oggi raggiunto un'intesa a carattere sperimentale, approvata con 51 voti favorevoli e 3 contrari, che prevede per il mondo ASA Home ed Office, dal 1 Luglio e fino al 31 Dicembre 2020, una fase transitoria in cui iniziare a ragionare sulle azioni di miglioramento da mettere in campo da subito, e nel corso della stessa sperimentazione, attraverso l'ausilio di una commissione a supporto.
Le azioni sin da subito previste sono le seguenti:

• Totale superamento del turno T6, 14.22-22.00

• Riduzione dell'arco di presidio, che sarà pertanto Lunedi-Sabato 7.50-20, Domenica 7.50-16.38

• Commissione paritetica Sindacato/Azienda di monitoraggio e supporto

• Consolidamento del percorso formativo

• Impegno alla realizzazione di una bacheca nazionale per i cambi turno

Riteniamo pertanto di aver compiuto, contestualmente alla difficile situazione, un primo significativo passo per avviare un percorso paritetico nel grande e complesso sistema ASA, dove sono impiegate circa 2800 persone, che realizzi un tavolo di confronto permanente in grado anche di incidere significativamente sulla rivisitazione delle frequenze dei turni, e non veda più operare unilateralmente l'azienda
(Uilcom-Uil)


19:30
*SNATER prende atto dei parziali avanzamenti dell'azienda in merito alla turnistica ASA, rimangono, a nostro avviso, TUTTE LE PERPLESSITÀ LEGATE ALLA FREQUENZA DEI TURNI DEL SABATO e DELLA DOMENICA.
La maggioranza delle RSU del coordinamento RSU ha firmato
SNATER NON HA SOTTOSCRITTO L'ACCORDO
-THE END-


19:30
ASA siglato dalla maggioranza del Coordinamento Nazionale Rsu / Segreterie Nazionali l'Accordo sperimentale di 6 mesi sulle nuove turnistiche (inizio 1 luglio 2020), che prevede l'eliminazione del turno delle 22 Home e Office, l'istituzione di una apposita commissione di lavoro che approfondisca i temi del settore per arrivare a migliorarli, la creazione di una bacheca unica nazionale per i cambi turno.

E' solo l'inizio di un percorso, non un punto di arrivo.
E' un primo passo importante verso un miglioramento dell'aspetto conciliazione vita-lavoro dopo anni in cui non ci è mai stata data la possibilità di mettere mano in questo settore, nonostante avessimo rappresentato più volte a Tim le necessità e le problematiche che le lavoratrici ed i lavoratori interessati ci hanno sempre sollecitato.
Partiamo ora da qui per provare ad arrivare ad intervenire favorevolmente anche su tutti gli altri aspetti fondamentali che regolano la vita lavorativa e non solo dei colleghi di ASA. (Fistel-Cisl)


18:00
Viene ora letta dall'azienda la bozza di Accordo che avrà validità sperimentale per 6 mesi, dal 1 luglio 2020 – al 31 dicembre 2020, con le nuove turnistiche per ASA HOME e OFFICE, ed in conseguenza per gli SPECIALIST.
(Fistel-Cisl)


16:50
PROPOSTA AZIENDALE

HOME-ASA
dal LUNEDÌ alla DOMENICA
azzeramento sperimentale del turno delle 22.00

SABATO
presidio fino alle 20.00

DOMENICA
presidio fino alle 16.38

RIFLESSIONE SNATER:
Prendiamo atto dei parziali avanzamenti dell'azienda in merito alla turnistica ASA, ...rimangono forti perplessità legate alle PESANTISSIME FREQUENZE dei turni del fine settimana, in particolare per la turnistica ASA-HOME, che è rimasta inalterata
(Snater)


16:30
Proposte aziendali

ASA HOME

Lun-Ven dimezzare la quantità personale in turno delle 22(turno6)

dal 19% al 10% e i restanti messi sul turno delle 20.00 (che passano dal 22%a 33%)

SABATO azzerare completamente il turno 6 (22.00) e spostare personale su turno 5 (turno 20.00)

DOMENICA azzerare completamente turno 22.00 e spostare personale su turno 1 (7.50 continuato) e turno 2 (8.00 spezzato)

ASA OFFICE
Lun-Ven dimezzare la quantità personale in turno delle 22(turno6)

dal 6% al 3% e i restanti messi sul turno delle 20.00 (che passano dal 20%a 23%)

SABATO azzerare completamente il turno 6 (22.00) e spostare personale su turno 5 (turno 20.00)

DOMENICA azzerare completamente turno 5 (20.00) e spostare personale su turno mattutino

*INTERVENTO SNATER*

COME GIÀ EVIDENZIATO A FEBBRAIO, ACCOGLIAMO L'APERTURA DELL'AZIENDA
SULLA RIVISITAZIONE DELLA TURNISTICA ASA

SNATER CHIEDE UNO SFORZO ULTERIORE ALL'AZIENDA PER:

*1. AZZERARE LA TURNISTICA DELLE 22.00*

*2. RIDURRE LA FREQUENZA DELLE TURNISTICHE NEI FINE SETTIMANA (nella proposta aziendale la frequenza rimane inalterata)*


16:30
Azienda recepisce parte delle richieste sindacali, sottolinea che non vuole andare in difficoltà sui presidi e che però vuole fare uno sforzo sperimentale (inizialmente x 6 mesi) per dare un segno di disponibilità, nel corso del tempo si misurerà la validità degli accorgimenti presi.

Quindi Nuova Proposta TURNI ASA:

ASA HOME – TURNO 6 ELIMINATO dal lunedì al venerdì.
La parte mancante di risorse (19%) sarà portata sul TURNO 5 delle 20 che passerebbe così dal 22% al 41%.

Sabato, ELIMINATO TURNO 6 con risorse portate sul TURNO 5 (copertura 17%).

Domenica, ELIMINATO TURNO 6 con risorse portate sul TURNO 2 (copertura 11%).

ASA OFFICE – TURNO 6 ELIMINATO dal lunedì al venerdì.
La parte mancante di risorse (6%) sarà portata sul TURNO 5 delle 20 che passerebbe così dal 20% al 26%.

Sabato, ELIMINATO TURNO 6 con risorse portate sul TURNO 5 (copertura 6%).

Domenica, ELIMINATO TURNO 5 con risorse portate sul TURNO 2 (copertura 3%).
(Fistel-Cisl)


16:00
Giorgio Serao, FISTEL-CISL nazionale: ASA settore strategico e fondamentale per Tim, sia per il rapporto con la clientela sia per il rapporto verso gli Olo. Siamo quindi d'accordo che venga istituito un osservatorio permanente, in forma partecipativa, che possa lavorare per migliorare la situazione complessiva di ASA.
Sulla proposta aziendale relativa alla modifica dei turni: è la stessa proposta che ci avevate presentato nel febbraio scorso. Così è insufficiente, bisogna osare di più.
Osservazioni in linea con le dichiarazioni delle altre segreterie sindacali nazionali confederali.
(Fistel-Cisl)


15:50
Proposta aziendale modifica turni ASA:

ASA OFFICE – TURNO 6 dimezzare la % in turno alle 22 dal lunedì al venerdì, dall'attuale 6% al 3%.
La parte mancante (3%) andrebbe sul turno 5 delle 20 che passerebbe così dal 20% al 23%.
Sabato, azzerare turno 6 e portare risorse sul turno 5.
Domenica, azzerare turno 5 (3%) spostando le risorse sul turno 2.

ASA HOME – TURNO 6 dimezzare la % in turno alle 22 dal lunedì al venerdì, dall'attuale 19% al 10%.
La parte mancante (9%) andrebbe sul turno 5 delle 20 che passerebbe così dal 22% al 31%.
Sabato, azzerare turno 6 e portare risorse sul turno 5.
Domenica, azzerare turno 6 (11%) spostando le risorse sul turno 2.
(Fistel-Cisl)


15:30
* L'azienda ha affermato che c'è stato un errore per il pagamento delle festività infrasettimanali_ *(errori sempre a sfavore dei lavoratori n.d.r.) sic!!*
cercherà di ovviare alla problematica facendo riconoscere nella prossima busta paga la differenza economica delle precedenti festivita' lavorate

* rientri in azienda per chi sta lavorando dal proprio domicilio: l'azienda ha sospeso il crono programma dei rientri in attesa di nuove normative governative

* permessi L.104: i lavoratori possono prendere visione sulla intranet l'informativa (altri 12 giorni in più per maggio giugno)

* l'azienda si e' dichiarata disponibile a discutere della turnistica Asa

* livelli inquadramentali:
gli avanzamenti sono stati sottoscritti nell'accordo di secondo livello... *( sic!!)*

* l'azienda ha ribadito l'utilizzo della timbratura in postazione. Per quanto riguarda SNATER...CI RIVEDREMO IN TRIBUNALE !*
(Snater)


15:00
Dott. Pelliccia, su ASA: c'è la volontà di trovare delle soluzioni favorevoli ma bisogna innanzitutto ribadire che le norme regolatorie di Agcom non sono affatto decadute e sono sempre vincolanti sui possibili margini di manovra.
Se non capiamo questo, sarà difficile arrivare ad una condivisione sul tema complessivo.
Credo sia utile trovare anche un insieme di regole organizzative, come già diceva stamattina il dott. De Nichilo, per gestire il post covid anche dal punto di vista della flessibilità del lavoro casa - ufficio, non possiamo pensare, sia come azienda che come lavoratori, ad una remotizzazione perenne.
Tra l'altro, proprio ASA è stata oggetto nel recente passato di una sperimentazione importante sullo smart working.
Sui Cambi turno: possiamo lavorare tranquillamente, c'è la disponibilità aziendale, sulla bacheca nazionale dei cambi turno.
Turnistica: non possiamo, date le premesse, arrivare a soluzioni drastiche ma certamente possiamo provare a fare dei piccoli passi, aprendo un laboratorio sperimentale che duri nel tempo, apportando misure, per esempio sui turni delle 22, e misurando tra un po' se la soluzione è valida, se non lo è, se si può ampliare o meno.
Se siete disponibili a questo ragionamento (riferito alle oo.ss.) possiamo chiudere positivamente questa situazione già entro oggi.
(Fistel-Cisl)


14:50
festività infrasettimanali, si ritorna al passato... pagamento come in precedenza...
verrà recuperato anche il dovuto per le precedenti festività lavorate.
(Snater)


14:30
Si riprende e la parola viene presa dal Dott. Sale, responsabile nazionale RU di Tim: in questi ultimi mesi abbiamo cercato di lavorare nel miglior modo possibile per garantire la sicurezza, rispettando le disposizioni in materia delle autorità.
Le ultime disposizioni di legge, sia nazionali che regionali, sono poco chiare, c'è confusione, quindi anche in ottica rientro in sede per fase 2 non ci sono al momento garanzie.
E' nostra intenzione condividere con le organizzazioni sindacali il percorso più idoneo a garanzia della sicurezza di tutte le nostre persone, con i tempi necessari per allestirlo nel miglior modo possibile e posso garantirvi che dietro non vi sono interessi secondari dell'azienda.
Vogliamo evitare di costruire meccanismi che possano generare ulteriore confusione, come survey e quant' altro.
Siamo molto attenti al tema e quanto prima, assieme a voi, predisporremo il cronoprogramma di rientro definitivo.
(Fistel-Cisl)


13:45
Azienda dichiara che non sono cambiate le condizioni per la modifica della turnistica ASA.

*INTERVENTO SNATER*
*Dopo tante nostre sollecitazioni (durate oltre 1 anno) cogliamo positivamente l'apertura della discussione su ASA.*

*In un contesto dove i lavoratori ASA subiscono da 7 anni un regime di solidarietà e da 3 anni la timbratura in postazione imposta UNILATERALMENTE dall'azienda, sappiamo che i lavoratori ASA-come ha anche affermato l'azienda- hanno lavorato efficacemente sia prima, che durante l'emergenza Covid.*

*Si evidenzia che con l'emergenza COVID è stato ampliato anche ai lavoratori ASA quello che ad oggi si chiama lavoro dal proprio domicilio e quindi NON vi sono motivazioni per cui NON si possa ampliare il Lavoro Agile per qualsiasi turno e in qualsiasi giorno della settimana anche a questi lavoratori... come da sempre sostenuto da Snater!*

*Rinnoviamo la nostra richiesta per tutti i lavoratori - compreso Asa- di un riconoscimento di attaccamento all'azienda.*
*Cosa che ha permesso all'azienda di "non abbassare la saracinesca" anche nei momenti piu' terribili della pandemia!*

*L'accordo di 2ndo livello firmato da cgilcisluilugl ha tolto la maggiorazione sui turni serali...dalle 20.00 alle 22.00, quindi chiediamo venga eliminato questo turno.

*Chiediamo la riduzione della frequenza dei turni al sabato ed alla domenica, verificando i guasti OLO su queste fasce orarie.*

*Chiediamo che i lavoratori MOS o TOF o CDM vengano dotati di idonei Dpi e idonea formazione per andare a casa cliente.*

*Diciamo un NO al CONTROLLO INDIVIDUALE in qualunque forma venga esercitata!*
(Snater)


13:20
Terminati ora gli interventi della delegazione sindacale, tutti finalizzati a chiedere tangibili ed immediati miglioramenti in ASA, soprattutto dal punto di vista delle turnistiche in ottica conciliazione vita-lavoro.
L'incontro riprenderà alle ore 14:00 con presumibili repliche aziendali.
(Fistel-Cisl)


12:00
Dopo queste premesse / esposizioni aziendali iniziali, primo giro di osservazioni del tavolo sindacale.
Per la FISTEL-CISL nazionale, Giorgio Serao: bene la remotizzazione dei circa 3mila lavoratori in ottica sicurezza nell'emergenza Covid, è stato fatto un grande sforzo e di questo va dato atto.
Riprendiamo discussione su ASA perché è da anni che chiediamo di intervenire in un' ottica di conciliazione vita-lavoro.
Capiamo che su questo settore ricadono stringenti regole introdotte da Agcom ma, altrettanto, crediamo che ci siano gli spazi per intervenire nell'organizzazione del lavoro, liberando risorse nelle sere, nei sabati e nelle domeniche. Mondo TOL, prevedere delle rotazioni per spalmare meglio i turni serali, favorendo maggiormente anche i cambi turno con una bacheca nazionale.
Non è possibile che siano i team leader a decidere se il cambio turno è possibile o no.
Bisogna smontare, anche in generale, la discrezionalità ed i personalismi, i favori o meno.
E' un metodo che porta a vessazioni verso i lavoratori e non va assolutamente bene.
Necessità di rivisitare in meglio il quantitativo delle risorse in turno, pur senza abbandonare il presidio del servizio.
Dobbiamo mettere assieme regole meglio definite, con l'obiettivo comune di mantenere la qualità del servizio migliorando però l'aspetto di conciliazione vita-lavoro, meno sere portano a più presenze al mattino/giorno, non sottraggono attività.
Approfitto della parola per chiedere all'azienda di darci oggi risposta definitiva sul tema relativo al pagamento delle maggiorazioni nei festivi così come già chiesto nello scorso incontro.
(Fistel-Cisl)


11:45
E' iniziata la riunione del Coordinamento Nazionale Rsu.
Per Tim prende la parola il Dott. Pelliccia Massimo: continuiamo a confrontarci sulle strutture aziendali, oggi è il turno di ASA, per il quale avevamo già intrapreso alcuni approfondimenti nei mesi di dicembre 2019 e febbraio 2020.
Uno dei principali temi caldeggiato dalle organizzazioni sindacali è legato alla gravosità della turnistica e alla necessità di rivisitarla.
Avevamo interrotto il ragionamento al sopraggiungere dell'emergenza Covid ma oggi siamo in grado di riprendere i ragionamenti.
Emergenza Covid che dal punto di vista operativo, causa outsourcer in difficoltà, ha inizialmente gravato ulteriormente come carico di lavoro su ASA. Ricordo che su ASA permangono vincoli derivanti da enti regolatori esterni e da Sla stringenti sulle lavorazioni, ma vediamo dove ci porterà la discussione.

Dott. Giovanni De Nichilo, responsabile nazionale ASA: con emergenza Covid, remotizzazione al 100% delle persone della struttura messa in campo nell'arco di 2 settimane.
Circa 3mila persone remotizzate, circa mille pc in più arrivati per far fronte all'emergenza.
Operatività: outsourcer in difficoltà (Almaviva, Comdata, Abramo) sulla gestione delle attività che quindi, per tutto il mese di marzo, abbiamo preso in carico totalmente nella nostra struttura.
Le strutture custom così come la struttura office più alta, hanno avuto un calo di attività a causa della chiusura di attività business (clienti) esterne a Tim. Criticità complessive che ora sono abbastanza superate.
Agcom: accordo sulla disaggregazione ormai definitivo, a livello di ASA le attività sono rimaste con un aggravio maggiore, nel senso che bisogna garantire il 95% del trasferimento dei ticket nei tempi previsti.
Dobbiamo gestire questa attività, esclusivamente internalizzata, nel modo più accurato, in quanto attività di valore.
Bisogna quindi considerare anche questa situazione che va ad incidere sui nostri operatori, non penalizzando al contempo le attività di retail.
Con le strutture TOL abbiamo aggredito le attività inerenti connettività smart home e smart office e per questo vogliamo, attraverso una prima fase sperimentale, arrivare ad etichettare alcune figure per fargli svolgere prevalentemente attività di consulenza e configurazione verso questo tipo di clientela. Sullo smart working: la gestione dei moduli e dei Tol si è modificata in questo periodo emergenziale considerata la remotizzazione di tutte le persone, supervisor compresi.
Forse si dovranno fare ragionamenti in tal senso per capire come proseguire post covid.
(Fistel-Cisl)