TIM CONVOCA IL COORDINAMENTO NAZIONALE RSU E LE O.S.
Ordine del giorno:
- secondo livello di contrattazione


21:00
Da parte delle RSU UILCOM UIL di seguito i punti salienti dell'incontro

PDR :
UILCOM UIL ha rivendicato con forza la necessità di realizzare urgentemente un correttivo alla mancata erogazione del PDR che passi anche da una erogazione di UNA TANTUM "congrua"!

LAVORO AGILE:
per quello attuale UILCOM ha richiesto la proroga dell'attuale e la immediata apertura del confronto su quello indicato nella piattaforma confederale di secondo livello.

APPALTI:
Impegno sottoscritto il 11 giugno 2018 in sede ministeriale, UILCOM ha evidenziato che deve avere una urgente dinamica di confronto che non può essere più rinviabile sia per gli appalti di RETE che per per quelli del CARING questo passa dal comprendere quali internalizzazioni si potrebbero fare e quindi dalla futura ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO per UILCOM fondamentale per le lavoratrici/lavoratori che non potranno usufruire della Isopensione/quota 100

In merito alla organizzazione del lavoro la TURNISTICA é un altro tema "fondamentale" per UILCOM, Necessario comprendere per il 119, 187 ecc.. che tipo di impatto avranno le dinamiche future. Quindi per le turnazioni UILCOM ritiene necessario aprire appositi tavoli di confronto.

2 Livello di contrattazione
UILCOM é pronta immediatamente al confronto su TUTTI i punti della piattaforma Confederale (20) nei tempi però che necessiterà il confronto per cercare il miglior riscontro possibile!
A partire dai livelli inquadramentali (impensabile che ci sia ancora i 3 livelli), ai Part-time ed ai temi della RETE (MR e Franchigia).

ELEZIONI per il Rinnovo della RSU 4 e 5 giugno 2019
La UILCOM é pronta a questo grande esercizio democratico che vedrà al voto circa 42.500 lavoratrici/ Lavoratori di TIM

I lavori odierni terminano con una nuova data , quella del 15 maggio per entrare nel merito del 2 livello
(Uilcom-Uil)


13:15
Nelle sue repliche l'Azienda ha detto che a maggio vorrebbe partire con una serie di incontri serrati sul merito.
Sul lavoro agile ha risposto che provvederà a prorogarlo, auspichiamo entro fine mese, evitando inutili ritardi che generebbero solo confusione.
Sul pdr non hanno dato nessuna risposta definitiva, né si né no. Si sono limitati a comunicare che ai rappresentanti dei dirigenti hanno ufficialmente detto che non verranno pagati gli MBO. Per noi, ma possiamo dire per tutte le OO.SS, é chiaro che deve essere trovata una soluzione con erogazione almeno di una quota del premio già a partire dal prossimo incontro di trattativa. L'azienda ha inoltre comunicato che a breve saranno convocati specifici incontri a livello territoriale per illustrare le intenzioni aziendali in ambito ASA, Caring e job posting.
La riunione si é chiusa con la calendarizzazione del prossimo incontro per il prossimo 15 maggio
(Slc-Cgil)


12:50
Azienda rimanda a maggio i lavori di contrattazione 2ndo livello e si accinge a chiudere
data proposta: 15 maggio 2019
(Snater)


12:50
Dopo le esposizioni sindacali, per Tim, replica la Dott.ssa Bellezza: Confermo la disponibilità dell'azienda a trovare un accordo di secondo livello nel più breve tempo possibile per superare il regolamento aziendale e la relativa fase turbolenta che vogliamo lasciarci alle spalle. Nessun argomento fra quelli citati è tabù ma è anche vero che non abbiamo tempi infiniti per sviscerare tutto; alcuni temi sono più impellenti, avete per esempio citato il lavoro agile. Dobbiamo dare ritmo alla trattativa nel suo complesso. E' una questione di serietà, responsabilità e credibilità del tavolo. Relativamente al lavoro agile: le persone sentono molto questo tema e aspettano miglioramenti attraverso un nuovo accordo. PDR: non è colpa delle persone, dei lavoratori, ma vi sono dei parametri, degli obbiettivi, che non sono stati raggiunti. Per lo stesso motivo anche i dirigenti non prenderanno l' Mbo. Riguardo gli impegni sulla trattativa di secondo livello: credo che il mese di maggio sarà ricco di incontri e ci vedrà tutti impegnati in una fase di intensa di lavoro.
(Fistel-Cisl)


12:50
In apertura l'Azienda ripercorre i passi fatti fino ad oggi con gli incontri e con il percorso indicato con gli accordi iniziati il 18 Giugno 2018, passando per l'assemblea degli Azionisti del 29 Marzo. Per inciso domani Gubitosi incontrerà 750 Manager Aziendali per l'illustrazione del piano industriale definito. Il nuovo Piano avrà come "titolo" TIME TO DELIVER.
La discussione sul secondo livello quindi secondo l'Azienda è un importante appuntamento in linea con il percorso delineato lo scorso anno.

CISL: Importante iniziare la discussione sul secondo livello. sanare alcune discontinuità da sanare. MR dei tecnici. Tema della professionalità da risolvere. C'è un tema delle trasformazioni p time / full time. Socialità, Malattia (quelle gravi) da affrontare retribuzione al 100% oltre la fascia di comporto. Permessi e flessibilità orarie, permessi TIM MAMMA – PAPA, le ferie e i Permessi Solidali. Regolamentare la reperibilità e annullare tutte le anomalie con cui viene oggi gestita. Art. 26 Comma 2. I cambi turno non possono più gestiti come oggi e come previsto dal CCNL per risparmiare sugli straordinari. Poi c'è il tema del LAVORO AGILE: A maggio scade il nuovo regolamento e vogliamo chiudere il secondo livello e trovare una soluzione. Sul PDR i lavoratori pagano le scelte del Management e sono mancate le strategie industriali e le scelte commerciali.

UIL: la piattaforma è stata approvata da almeno 11.000 lavoratori e va discussa in tempi giusti. Il secondo livello non può essere chiuso in tempi rapidi. Abbiamo 20 punti e li vorremmo discutere tutti. Partiamo da una condizione di un confronto muscolare che sembrerebbe superato. Ma noi la vogliamo vedere nei fatti. Gli accordi fatti fino ad oggi (ferie/uscite) sono solo una parte del percorso e sono accordi figli del 2018. Vediamo cosa accade nel 2019. L'organizzazione del lavoro fino ad oggi non ha funzionato. Quindi si secondo livello. Ma precedenza al LAVORO AGILE. Noi chiediamo la PROROGA e iniziamo a discutere di un accordo migliorativo. Una azienda che pretende di essere digitalizzata sembra ci siano ancora 100 TERZI LIVELLI. Non è possibile per noi. Noi vogliamo inserire l'organizzazione del lavoro: nelle 4 Business Unit vige una grande confusione a cui si aggiunge l'uscita di almeno 4100 persone in due anni. Quindi Formazione diventa importante per recuperare professionalità e non per recuperare fondi da FONDIMPRESA. FOCUS SU APPALTI di CARING E RETE. Introdotto come tema nel 2018 ma mai affrontato. PDR: per noi il PDR è dovuto nonostante i numeri. Vogliamo dei riscontri per questo. Va bene anche una UNA TANTUM.

CGIL: Non torniamo sulla piattaforma. Discutere il secondo livello ha un senso per superare dal regolamento. Abbiamo aperto le procedure per la rappresentanza. Le due cose si portano avanti insieme ma siamo disponibili a procedere con la discussione per arrivare alla firma. La piattaforma è composta di punti derimenti. Ci aspettiamo da parte azienda una lettura espansiva sulla discussione. Sul Piano industriale sarà importante sapere se nelle intenzioni dell'AD si parla ancora di Unicità della Azienda o integrazione Verticale. Non è direttamente legato – come tema al secondo livello – ma comunque è un elemento di fondo. Sul PDR concordiamo con le altre delegazioni.

UGL – Per la Piattaforma non ripetiamo quello già detto. Ma attenzione a persone con Gravi Patologie. La questione Professionale: certificazione della formazione. Sul PDR è inverosimile che scelte Al vertice ricadano sui lavoratori. Appalti e sub appalti: concordiamo con quanto espresso per ora dalle delegazioni. Chiediamo una versione ufficiale della gestione degli appalti. Per ora riceviamo solo informazioni ufficiose. LAVORO AGILE è derimente. Chiediamo una proroga in attesa di un accordo.

SNATER: Secondo livello è necessario raggiungerlo per come è stato disdettato. Non vorremmo iniziare il confronto con la spada di DAMOCLE del PDR non raggiunto e la scadenza dello SMART WORKING. Il fatto che i lavoratori chiedano il rinnovo ci porta a dover discutere e chiedere proroga e nuovo accordo. Una cosa che non prende simpatica la situazione è che sono state date informative alle segreterie nazionale su CARING, JOB POSTING E ASA ma questo ci mette in difficoltà visto che il COORDINAMENTO è l'organismo deputato. Segnaliamo inoltre che non siamo d'accordo sulla Introduzione della INCENTIVAZIONE Al TECNICO ON LINE annunciata dall'azienda.

COBAS: Innanzitutto sul PDR avevamo formulato delle ipotesi differenti che ci mettessero al riparo da situazioni come quelle di quest'anno. Certo le proposte COBAS erano legate anche a situazioni più generali come quelle della gestione degli esuberi, ma siamo stati facili cassandre e la questione potrebbe essere risolte. Sul Lavoro Agile possiamo dire che siamo disponibili alla discussione per rispondere alle esigenze di migliaia di persone e per sanare alcune evidenti contraddizioni. Come abbiamo fatto anche a livello territoriale. Chiediamo la proroga in attesa di un accordo migliorativo.

Sul secondo livello anche noi siamo disponibili alla discussione e abbiamo formulato le nostre proposte. Fra l'altro la nostra delegazione ha dimostrato di poter formulare proposte alternative a quelle Aziendali con pieno titolo e competenza. E' avvenuto nel corso di tutto il 2018. Vogliamo quindi entrare nel merito delle questioni ma PONIAMO CON FORZA il problema di come vengono affrontate le discussioni. Non è possibile sapere le cose o leggere le copie degli accordi a "fine incontro". Il coordinamento come detto dalla collega dello SNATER è l'organismo che andrebbe coinvolto. Abbiamo il tema delle MALATTIE, IL TEMA dell'inquadramento, il tema degli APPALTI sui quali denunciamo che da mesi ci sono interi settori senza attività e per i quali sono stati firmati accordi e varate norme legislative rimaste però senza esito.

CISAL: C'è un ennesimo strappo da ricucire con i lavoratori, con la mancata erogazione del PDR, dopo sette anni di solidarietà si vedono presi in giro per l'ennesima volta. Il calcolo del PDR va rivisto, inoltre Cisal Comunicazione si associa ai precedenti interventi dello Snater e Cobas che determinate notizie e bozze di accordi vengano comunicate in ambito Coordinamento nazionale e non dalle segreterie nazionali dei firmatari. Inoltre la questione del Lavoro agile, basta proroghe, disponibilità a discutere un progetto definitivo e strutturato, come disponibilità a discutere di tutti gli altri temi del secondo livello.

Repliche generali dell'Azienda.

Sul LAVORO AGILE. Abbiamo ricevuto le richieste di proroga. Vogliamo però accellerare. Sul PDR non è colpa delle singole persone lo sappiamo. La dirigenza non avrà l'MBO per gli stessi motivi. Ma il sistema deciso era

quello dell'accordo.
Abbiamo deciso che la modalità più veloce sulle informative fosse quella delle SEGRETERIE NAZIONALI e I TERRITORI che vi convocheranno nei prossimi giorni.
(Cobas)


12:45 Le rsu dello Snater facenti parte del Coordinamento nazionale manifestano la piena approvazione per l'apertura della discussione sul contratto di secondo livello, tuttavia ritengono indispensabile porre all'attenzione delle Rsu e dell'azienda la necessita' di iniziare la discussione su due temi:

1) MANCATA EROGAZIONE DEL PREMIO DI RISULTATO

2) PROROGA PER DELLA SPERIMENTAZIONE DELLO SMART WORKING

Per il punto UNO (PDR) crediamo sia impossibile NON RICONOSCERE A TUTTI I LAVORATORI L'IMPEGNO CON IL QUALE HANNO PORTATO AVANTI IL LAVORO IN AZIENDA, HANNO DIFESO L'IMMAGINE DELL' AZIENDA STESSA ED HANNO TUTELATO IL RAPPORTO CON I CLIENTI.
PER QUESTO AVANZIAMO LA RICHIESTA DI UN CONSISTENTE RICONOSCIMENTO ECONOMICO CHE RECUPERI LA MANCATA EROGAZIONE DEL PDR.

Per il punto DUE (Smart Working) ricordiamo che sta scadendo la sperimentazione e che quindi c'e' bisogno di una proroga che permetta una ampia discussione con il coordinamento AL FINE DI VERIFICARE LA POSSIBILITA' DI APPLICARE IN MANIERA DEFINITIVA L' ISTITUTO IN MODO AMPIO:
- PER LE SEDI,
- PER I GIORNI
- PER IL PERSONALE CHE NE POTRA' FARE USO.

UNA ANNOTAZIONE FINALE IN MERITO ALLA COMUNICAZIONE CHE AVETE DATO ALLE SEGRETERIE CGILCISLUIL PER LA INTRODUZIONE DELLA INCENTIVAZIONE-cottimo, IN ASA…
Riteniamo che questa dovesse essere la sede per presentare tale progetto.
Nel merito, sappiate che ci troverete contro.
(Snater)


12:30
Intervento Snater
Prerequisito:
erogare un premio per il contributo dei lavoratori, comunque, dato che il pdr è stato zero.
Smart working:
chiediamo risposte tempestive sul lavoro agile
Aggiunta: le informative date alle Segreterie e non al Coordinamento Rsu
su ASA.
Metodo.
E nel merito siamo contrari alle dinamiche estese da ToF ad Asa
Fine interventi delle rappresentanze sindacali: la parola di nuovo all'azienda
(Snater)


12:15
Apre la riunione la Dott.ssa Bellezza, Responsabile Nazionale RI di Tim: dopo aver regolamentato il tema delle ferie e delle ef, primo pezzo appartenente a materie di 2° livello, e dopo gli accordi siglati sulle uscite volontarie dei lavoratori per il biennio 2019/2020, attraverso quota100 e art.4 Fornero – isopensione, riprendiamo gli incontri con il Coordinamento Nazionale Rsu affrontando la discussione del contratto integrativo.

Interviene Giorgio Serao, Segreteria Nazionale FISTel-CISL: la piattaforma contrattuale unitaria di secondo livello, presentata a Tim qualche mese fa, è nata con l'intento di dare ai lavoratori un nuovo contratto integrativo, superando al tempo stesso la fase dell'unilateralità aziendale e dei relativi regolamenti. Dobbiamo sanare la ferita legata alla disdetta unilaterale aziendale degli accordi integrativi del maggio 2008. C'è la necessità di un riconoscimento economico per i lavoratori che hanno sempre contribuito all'affermazione dell'azienda unitamente ad un riconoscimento delle professionalità nei vari settori di Tim. C'è la questione Rete e mancato rientro dei tecnici. E' necessario dare finalmente un seguito anche alle richieste di passaggio da part-time a full-time e viceversa, oltreché inserire migliorie sul capitolo malattia. C'è poi tutto un mondo da esplorare in merito ad orario di lavoro, permessi varie, trasferte, reperibilità, cambi turno. Tra le prime questioni dobbiamo affrontare il tema del lavoro agile che tra pochi giorni scadrà e che moltissimi lavoratori e lavoratrici stanno attendendo con impazienza. C'è la questione del PDR: sono mancate le strategie industriali e sono state sbagliate quelle commerciali. Il mancato raggiungimento degli obbiettivi è legato ad errori aziendali e non è imputabile ai lavoratori la cui opera dev'essere riconosciuta. Al tempo stesso ci auguriamo che, per gli stessi motivi per i quali non erogherete il PDR, non vengano erogati bonus ai dirigenti; nel malaugurato caso ci riserviamo azioni in tal senso.
(Fistel-Cisl)


12:00
Parola ai Sindacati: esposizione delle proposte di piattaforme di secondo livello (contratto aziendale)
(Snater)


11:45
La responsabile DG di Relazioni industriali fa il riassunto ultimo eventi e punto sulla situazione, descrivendo il piano industriale
(Snater)


11:30
Entra l'azienda
(Snater)


11:00
Ancora in attesa...
(Snater)