ELLIOTT E LE STORIE TESE

terza puntata.

La scalata.
Venghino signori, venghino ...

Le notizie economiche ci avvisano che i salvatori della patria stanno razzolando azioni a più non posso, con l'andatura del miglior mezzofondista. D'altronde di fondi questa gente se ne intende e speriamo che tra questi (fondi) non ci siano anche i nostri ...

Le dichiarazioni che spuntano, vere o meno, affermano che con il gioco dello scorporo della rete, qualcuno auspicherebbe di distribuire nel 2019 un dividendo per gli azionisti pari ad 1 miliardo e 200 milioni di euro.
Però!!!
Vero che sono americani e che come si sa le dimensioni sono sempre relative ma risultati del genere le antenne le fanno alzare eccome.

Sarà che l'ultima volta che si parlava di cifre analoghe abbiamo poi scoperto da dove sarebbero derivate. In quella occasione, non per gli azionisti ma per noi dipendenti la manovra non è passata così inosservata.

Si sa, i soldi non hanno né odore né colore e chi vive di speculazioni, questo motivo lo mette in pratica meglio di tutti.
Di certo non ci aspettavamo che arrivasse una congrega di francescani, a mettere ordine nel garbuglio francese ma gli scenari che si stanno delineando e i personaggi che pian piano di stanno affacciando nella partita, non sono certo dei più confortanti.

Nelle nostre infime sfere vogliamo solo augurarci che non ci si debba preparare ad un'altra manovra "lacrime e sangue", anche perché qualche lacrima ancora ci è rimasta ma per il sangue dovremmo organizzarci per ricevere qualche donazione sperando si poter godere di permessi retribuiti per l'occasione.

E per non farci incoronare come disfattisti e signori del no, attendiamo fiduciosi le prime mosse che verranno rivolte a noi dipendenti per capire, se su questo giro della giostra, ci sarà qualcuno che darà la vera importanza a chi questa azienda ha cercato, nonostante TUTTI, di portarla avanti.