EGR. SAMUELE FALOSSI,
MI HANNO GIRATO UN TUO POST CON IL QUALE CI DEFINISCI "fascisti".
UNA AFFERMAZIONE GRAVISSIMA E INFONDATA.
SNATER RAPPRESENTA MIGLIAIA DI LAVORATORI, OGNUNO CON LE PROPRIE IDEE POLITICHE IN TESTA .
MILITIAMO IN SINDACATI DIVERSI, MA NON PER QUESTO C'È BISOGNO DI INSULTI...
RITENGO QUINDI LE TUE FRASI OFFENSIVE E NON DEGNE DI UN RAPPRESENTANTE SINDACALE.
TI INVITO QUINDI FERMAMENTE A RETTIFICARE QUANTO DA TE AFFERMATO.
Bruno Brandoni
Segretario nazionale SNATER


Precisazione:
Assemblea Snater del 14 dicembre a Verona.
Sono stati i lavoratori partecipanti all'assemblea a non voler sentir parlare il loro collega Rsu Cgil. 
A quel punto i relatori Rsu Snater, portavoce Luisi Alberto, hanno invitato la platea ad ascoltare e far parlare tutti. 
Il fatto che i lavoratori e colleghi non lo volessero sentir parlare non è attribuibile a Snater.
Durante l'assemblea non si sono verificate nei suoi confronti situazioni incresciose e/o intimidatorie.
Falossi non può fare a meno di parlare di Snater e di offenderci?
Ma la gente capirà prima o poi.

(da Snater Veneto)


Samuele Falossi

Ieri, 14 dicembre, ad un'assemblea indetta dallo snater a verona, un rsu di scl/cgil è stato aggredito, gli è stato impedito di parlare; successivamente, un altro snater gli ha gettato via il personal computer. Un clima intimidatorio pesante, tipico dell'atteggiamento dello snater. SLC/CGIL, da sempre antifascista, ha fatto sempre partecipare tutti, ha dato sempre la parola a tutti e non tollera atteggiamenti chiaramente fascisti. SLC/CGIL toscana esprime il sostegno alla nostra RSU e farà di tutto per far sparire questi sindacati bugiardi, filoaziendali e fascisti dalla nostra azienda

fonte: Facebook gruppo aperto di SLC/CGIL Telecom e TLC Toscana